da
mercoledì, 06 Giugno 2018

“Altro caso brillantemente risolto in tempi brevissimi dagli avvocati medici dell’associazione è quello del Sig. M., affetto da diverticolosi del colon, il quale per effetto di un intervento di emicolectomia subiva dai chirurghi dell’Azienda Ospedaliera S. Luigi Gonzaga di Orbassano, la lesione iatrogena della milza e del pancreas. Tale lesione ha provocato nel paziente una fistola pancreatica e una pancreatite necrotica emorragica, che ha condotto il paziente, purtroppo, al decesso. Il caso di malasanità è stato risolto con un risarcimento concordato tra i ricorrenti e la controparte, prima ancora di espletare la consulenza tecnica preventiva, di € 650.000,00.”

da
mercoledì, 07 Febbraio 2018

Consenso Clinico : Di cosa si tratta?

“Il caso di cui in sentenza, affronta il problema del consenso informato ovvero quando i sanitari sottopongono i pazienti ad un trattamento medico senza preventivamente spiegare loro quale sarà il percorso clinico, interventistico ed assistenziale, ovvero le conseguenze che si possono produrre e le alternative. Il caso risolto dai professionisti dell’associazione “Danno medico” è quello di una giovane donna, la quale subisce un intervento per asportare un carcinoma “omentale e peritoneale”, un caso evidente di malasanità. Nel corso di questo intervento il chirurgo provoca una lesione del nervo femorale, commettendo un errore medico, provocando un danno biologico quantificato dal CTU nel 4%. I sanitari della struttura sanitaria, non si sono preoccupati di informare correttamente la paziente sui rischi dell’intervento e sulle conseguenze di danno che avrebbero potuto essere causate. Ciò ha determinato l’accoglimento della domanda di risarcimento con il riconoscimento di una somma di denaro pari a 25.000 euro per la lesione del diritto di autodeterminazione. Si tratta di un risarcimento davvero considerevole considerato che il danno biologico subito dalla Sig.ra è del 4%.”